Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

La storia recente della moda italiana

L’Italia e la sua moda sono da sempre sinonimo inequivocabile di qualità e stile. Già dai tempi antichi, il pellame, i tessuti e i differenti accessori italiani in pelle venivano esportati in terre lontane e apprezzati per la qualità della fattura dai nobili di ogni epoca. La storia della moda italiana e le sue origini come settore industriale risalgono però a tempi molto più recenti, per la precisione al termine della seconda guerra mondiale.

I primi successi internazionali della moda italiana

La qualità dei prodotti italiani è da sempre riconosciuta a livello planetario e già durante gli anni Venti, la pelletteria di Gucci e la grande varietà delle scarpe straordinarie create da Salvatore Ferragamo riscossero grande successo a livello mondiale. Si trattava però solamente di casi isolati. La moda di quel tempo era dominata dalle più celebri boutique di Parigi, i capi femminili più richiesti ed apprezzati provenivano sempre dalla capitale francese, mentre per quanto riguardava la moda maschile il punto di riferimento era la città di Londra.
home_brand_86---201609012

In ogni caso, anche in quel periodo, i sarti italiani erano conosciuti e si distinguevano per la loro abilità, non persero quindi l’occasione di recarsi a Parigi per apprendere i segreti di un’arte che divenne successivamente straordinaria in Italia.

Nel 1951, l’Italia divenne finalmente un luogo importante, guadagnandosi un posto d’onore nella geografia della moda a livello planetario. Secondo molti il merito è da ascriversi a Giovanni Battista Giorgini, un famoso uomo d’affari fiorentino che riuscì ad organizzare la prima vera e propria sfilata di moda in Italia, ovviamente a Firenze. Questo evento riuscì a focalizzare l’attenzione della stampa mondiale sui fantastici designer italiani di quel periodo, tra i nomi di spicco troviamo la contessa Visconti, le sorelle Fontana, Emilio Pucci e molti altri nomi importanti della moda dell’epoca. Da quel momento in poi inizierà la vera epoca d’oro della moda italiana.

Il mondo subisce istantaneamente il fascino degli abiti giovanili e sportivi che vengono mostrati durante le sfilate di Firenze, e successivamente a Roma. Le grandi star del cinema vengono subito affascinate dall’alta moda creata in Italia, gli abiti da sera più sofisticati creati dalle stravaganti sorelle Fontana e da Emilio Shuberth, e le creazioni progettate dalla contessa Visconti per le serate mondane. Le star di Hollywood testimoniano il successo senza precedenti del “made in Italy” e gli anni ’60 sono senza dubbio l’epoca più luminosa in questo senso.

Personaggi femminili celebri come Audrey Hepburn, Grace Kelly e Jacqueline Kennedy non perdono occasione per farsi fotografare con le loro costose borse di Gucci, che da quel momento diviene un simbolo italiano inequivocabile dello stile moderno e chic. Proprio in quel periodo si ha l’esordio di uno degli stilisti italiani tra i più celebri a livello mondiale anche oggigiorno: Valentino.