Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Il talento più conosciuto della moda italiana. Parte uno

Le scarpe sono da sempre uno dei gadget preferiti da uomini e donne di classe e le scarpe che più di tutte hanno riscosso grande successo negli ultimi anni sono firmate da un talento italiano e giovanissimo. Stiamo parlando di un giovane milionario in grado di rivoluzionare il mercato della moda italiana. Il suo nome è Nicolò Beretta, conosciuto da tutti come Giannico. La sua straordinaria carriera lo ha visto iniziare a disegnare scarpe da quando aveva 15 anni. Ora è in grado di vendere i suoi prodotti tra Nord America, Europa e Medio oriente.

Il suo talento è tra quelli più precoci mai visti, Nicolò ha infatti iniziato a disegnare fin da quando aveva due anni. In questo momento è considerato l’enfant prodige del settore calzature, con prezzi alla vendita che oscillano tra i 200€ e i 700€. Il giovane talento nasce da una madre imprenditrice e un padre banchiere e si tratta di un talento autodidatta, dato che nessuno gli ha mai insegnato a disegnare le scarpe.

Spartoo

La sua vita cambia totalmente a Londra all’età di 15 anni. Qui Vogue Italia organizza un incontro dedicato a giovani designer offrendo loro l’opportunità di presentare i lavori e sottoporli alla critica di nomi portanti della moda internazionale. Nicolò fa la domanda e si garantisce un posto per partecipare all’evento con l’obiettivo di incontrare uno dei suoi miti, Manolo Blahnik.

Nicolò riesce così a convincere suo madre ad accompagnarlo a Londra, portando con sé tutti i suoi migliori disegni. Si avvicina al suo idolo per mostrarglieli e il famoso designer confida alla madre che le scarpe disegnate da suo figlio dovevano essere prodotte. Non c’era più via di scampo, era il momento di tuffarsi nel mondo della moda senza indugi.

Il passo successivo è stato quello di creare il marchio Giannico, grazie al supporto della famiglia. Propone le sue scarpe a molte aziende, ma la risposta è sempre la stessa, tutti lo reputano troppo giovane e sognatore. Inizia a studiare presso il liceo artistico di Sydney, in attesa di un’altra opportunità. Questa arriva quando il direttore di Vogue Italia, Franca Sozzani lo seleziona per The Vouge Talents Corner. Proprio grazie a questa opportunità si fa notare da Donatella Versace, Anna Wintour e Anna Molinari. In particolare la Wintour lo definisce uno dei talenti più interessanti del mondo della moda giovanile.

È il momento della prima produzione. La scelta cade sul quartiere calzaturiero situato nella Riviera del Brenta, ed alcuni nomi importanti tra le boutique più prestigiose iniziano a conoscerlo e desiderano esporre in vetrina le sue scarpe.